Biscotti croccanti di kamut al sesamo

Biscotti salati

Sono oramai due settimane che non ho più la gelatiera, il mio cuore è triste!

Sabato mi sono dedicato al kamut. Una breve premessa sul Kamut che è una varietà di grano duro, chiamato Khorasan.
Il grano Khorasan è un antico parente del grano duro moderno, originario dell’Egitto.
L’antico grano Khorasan è sempre stato prodotto secondo i criteri dell’agricoltura biologica, non è mai stato ibridato o modificato geneticamente ed ha alti standard qualitativi. È amato per il suo naturale e dolce retrogusto di noce, la sua grande versatilità, le considerevoli caratteristiche nutrizionali e l’inconfondibile struttura.
Il grano Khorasan da agricoltura biologica, se confrontato con il grano moderno, ha un più elevato contenuto di proteine e di sali minerali, specialmente selenio, zinco e magnesio.
Il selenio è un minerale conosciuto per le sue elevate proprietà antiossidanti. Il grano Khorasan ha un contenuto di selenio così elevato, che 2 o 3 porzioni al giorno di un alimento a base di grano Khorasan possono fornire il 100% della razione giornaliera di selenio raccomandata.
Grazie all’alta percentuale di lipidi contenuti, i quali producono per il corpo più energia dei carboidrati, il grano Khorasan può essere descritto come un “cereale molto energetico”.

Ecco la miscela ideata. Ingredienti:
400 gr di farina di kamut
100 gr di farina di mais
50 gr. di semi di sesamo
200 gr. di acqua
10 gr. di lievito di birra
50 gr. di olio di sesamo
25 gr. di salsa di soia
10 gr. di sale iodato

Preparazione
Setacciare entrambe le farine in una ciotola (io uso quella del KitchenAid) coi semi di sesamo.
Utilizzare il gancio e far andare a velocità minima.
Aggiugnere l’acqua con il lievito disciolto.
Verificare se l’impasto è umido, quindi aggiungere gli altri liquidi ed il sale.
Usare quindi il gancio per circa 10 minuti.
Lasciare riposare l’impasto per mezzora in luogo caldo, 28°C.

Impasto lievitato, dopo mezzora

Stendere quindi l’impasto col mattarello, la sfoglia deve essere alta 1/2 mm.

Sfoglia sottile stesa col mattarello

Tagliare in quadrotti da circa 5×5 cm, arrotolare partendo da un angolo (in diagonale).

Sfoglia stesa e tagliata in quadrotti

Informare su una teglia con carta forno.

Cottura.
Ci sono due possibilità, sempre con forno già caldo:
1. croccanti
A 160°C per 20 minuti e poi 5/10 minuti a 180°C; si devono solo dorare, non brunire o bruciare.
2. croccanti in superficie e morbidi all’interno
A 200°C per 20/25 minuti.

Appena sfornati

Biscotti croccanti di kamut al sesamo ultima modifica: 2011-02-28T08:30:53+00:00 da Jo Pistacchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *