Digital Food Days a Milano e Torino con Jo Pistacchio

Digital-Food-Days
Dopo una lunga attesa ho avuto conferma dell’evento che organizzerò a Maggio in occasione dei Digital Food Days tra l’11 ed il 19.
In realtà l’ho pianificato per giovedì 16 Maggio a Milano col maestro gelatiere Andrea Soban ma sarà definito solo nei prossimi giorni.
Si tratterà di una serata di “social eating” a base di gelato e l’argomento divulgativo dovrebbe essere il “personal brand sarà il commercio elettronico.
In pratica, negli stessi giorni del Digital Festival a Torino, un evento culinario “gelato” durante il quale attorno ad una tavola ci saranno gnammers, digital guru e blogger. In modo che una “degustazione” si trasformi in un momento di confronto e scoperta del tema digitale della serata: “tutti pazzi per lo shopping”!

I Digital Food Days sono organizzati in collaborazione con Gnammo in occasione della IV edizione del Digital Festival di Torino.

Il Digital Festival è un’occasione di aggregazione per stimolare il confronto e promuovere l’attenzione all’uso del digitale affinchè questo semplifichi la vita e, di conseguenza, la migliori.
Digital-Festival
Il Digital Festival, nato a Milano nel 2010 e traferitosi a Torino lo scorso anno, si svolge in base al tema dell’influenza delle tecnologie digitali sulla vita quotidiana delle persone. Tutto questo attraverso due settimane di incontri, dibattiti, seminari, laboratori, esposizioni, e convegni intorno a tre filoni principali, ciascuno della durata indicativa di due giorni:
– Digital for business ovvero l’esplorazione del rapporto tra digitale e mondo dell’impresa
– Digital for job, dedicato all’impatto del digitale sul mondo del lavoro
– Digital for creativity, momenti in cui osservare e sperimentare il digitale applicato alla creatività nelle sue diverse forme.

Trasversale a questi tre filoni, un quarto:
– Digital for people, che prevede momenti di incontro espressamente dedicati al grande pubblico.
Digital-for-People
Proprio in quest’ultima sezione si inserisce il programma dei Digital Food Days a Torino sabato 11 Maggio presso la Piazza dei Mestieri dove, con l’organizzazione del Digital Festival, dovrei allestire coi maestri gelatieri Andrea Soban e Alberto Marchetti, uno spazio per gli appassionati di gelato di degustazione.

Alberto Marchetti in collaborazione con Igor Macchia presenterà una composizione di crema inglese con mele caramellate con crumble e salsa di lamponi con gelato al dulce de leche.
Digital-Food-Days-Torino

Alberto Marchetti è sinonimo di qualità e professionalità nel mondo della gelateria; negli ultimi anni anche premi e riconoscimenti.
La storia tra Alberto e il gelato inizia presto, da bambino, quando aiutava il papà in gelateria. E di quegli anni, di quei sapori, lui ricorda perfettamente la gioia, la ricchezza, la genuinità, la freschezza, valori che anche oggi ricerca e cerca di trasferire nella preparazione dei suoi gelati.
Per decidere quali ingredienti usare Alberto parla con le persone che li producono; sa da dove arriva la sua frutta, si fida di chi gli consegna le nocciole. Alberto non è un tecnico, è un creativo. Per lui non ci sono ricette da manuale perché ogni gusto nasce da tentativi e assaggi, privilegiando il gusto e non la tecnica.
E parlando di creatività c’è spazio anche per la sperimentazione. Nel suo percorso di ricerca Alberto ha incrociato la strada di Igor Macchia, giovane chef stellato del ristorante La Credenza di San Maurizio Canavese (TO) che, come lui, ama sperimentare, provare abbinare. Dal sodalizio fra i due, alla ricerca di dessert gelato che possano stare bene sul menù di un grande chef ma allo stesso tempo possano essere gustati in gelateria, sono nati, per esempio, il sandwich gelato e i cannelloni di pasta all’uovo con il gelato alla zucca.

Digital Food Days a Milano e Torino con Jo Pistacchio ultima modifica: 2013-04-07T12:00:48+00:00 da Jo Pistacchio

5 pensieri su “Digital Food Days a Milano e Torino con Jo Pistacchio

  1. donata

    salve
    sapresti consigliarmi un corso base di gelateria , abito a rimini ,ma mi hanno detto che alla scuola-carpgiani i corsi sono tutti improntati per vendere le macchine e per il corso base c’è un maestro valli che più che insegnare ripete quello che carpigiani decide ciao grazie in attesa di risposta

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *