Gelateria Otaleg, Roma

Gelateria-Otaleg-Romaviale dei Colli Portuensi 594, Roma
20 Settembre 2014

La gelateria Otaleg di Roma è risultata prima nell’ultima classifica pubblicata delle prime 100 gelaterie d’Italia ed eccomi oggi qui, al termine della terza edizione del mio corso di gelato base, a Roma.

Premetto che sono contrario alle classifiche se colui che le redige non è mai entrato in tutte le gelaterie di cui parla o scrive.
Solitamente vengono fatti dei tagli&cuci in base ai sentito dire, ai trend, ai press day, ecc. Capisco che i titoli facciano scalare le SERP però è davvero troppo…alla fine si tratta di pubblicità ingannevole!

Tolto il sassolino dalla scarpa arrivo alla gelateria acquario Otaleg in cui è possibile sempre vedere dall’esterno ciò che viene preparato in laboratorio.

Otaleg è una gelateria con una filosofia abbastanza particolare, io la definisco “talebana” nell’accezione positiva: tutto viene personalizzato, fatto in casa utilizzando materie prime sceltissime con metodi di lavorazione piuttosto lenti e, a volte, originali.
In Italia c’è un gruppo sparuto di gelatieri solitari “fondamentalisti” che si nutrono ancora di emozioni, alcuni in spregio al business altri tentano di conviverci.
Gelateria-Otaleg-Roma

Discepolo di Torcè, amico di Bonci, Marco Radicioni è atterrato sulla terra dei gelatieri proveniente da un altro pianeta:
– il suo gelato è di giornata
– il suo gelato è come gli viene quel giorno
– il suo gelato è essenziale (non contiene ingredienti per allungare la shelf-life)
– il suo metodo è “slow”

Son stato in gelateria appena chiusa (grazie all’amico comune Tony) per “esaurimento” del gelato “di giornata” per un’ora a dialogare, incuriosito ed affascinato…incredulo e perplesso…
Gelateria-Otaleg-Roma

Il compendio di questa filosofia è la preparazione del gelato zabaglione, 1h20minuti circa per lavorare 6 litri di miscela quando col metodo multimacchina ne occorrono forse 12 minuti (non è proprio così ma sarebbe complicato enucleare il procedimento).
La gelateria Otaleg utilizza esclusivamente il mantecatore verticale Cattabriga Effe 6 coadiuvato da un bollitore (non il pastorizzatore comune) perché più versatile e “compliant” all’estemporaneità del maestro o alle sue intuizioni del momento. Non poteva mancare il frullatore potente per chiudere il cerchio (una delle mie tesi…).
…le mie domande sull’efficienza e sulla remuneratività si sono infrante all’emozione che il maestro prova ancora estraendo il gelato col bastone quindi…

…sono passato agli assaggi, di quel poco rimasto:
– cremino, …
– mela e nocciole, ottimo gusto originale ed equilibrato con texture adeguata
– noce pecan, ottimo gusto e texture
– nocciola delle langhe, troppo tostata e texture buona
Tra gli altri gusti straordinari, il cioccolato Chuao (Amedei) e i 4 pistacchi scaldati (non tostati):
– americano
– turco
– siciliano
– Bronte
Gelateria-Otaleg-Roma
Questa volta non ho pagato io i coni, il prezzo a kg è però di 25,00 EURO!

La particolarità di questa gelateria è che i gusti non sono standard per cui ogni giorno ti aspettano nuove emozioni, anche dallo stesso gusto che, come un camaleonte, potrebbe essere cambiato a seconda dell’ispirazione del maestro gelatiere.

Gelateria Otaleg, Roma ultima modifica: 2014-09-24T13:30:38+00:00 da Jo Pistacchio

6 pensieri su “Gelateria Otaleg, Roma

  1. Lucio

    Questi personaggi come Torcè (talebano) fanno sì che il Gelato artigianale possa esprimere ancora meglio lá tradizione italiana.
    Non Ho capito il discorso del pastorizzatore , come mai ci mette così tempo a fare un zabaione?
    Ciao

    Replica
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Lucio, non pastorizza ad alta temperatura ma scalda sopra i 60 gradi così ha tempo di interagire con la miscela. Manteca con la verticale che ha meno overrun ed è più lenta estrarne il gelato.
      Jo

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *