Gelato al caffè solubile


Ieri il mio amico Jack mi ha chiesto di studiare una miscela per il gelato al caffè solubile (praticamente il Nescafè gran aroma crema e gusto).
Il gelato al caffè è molto personale, dipende dal tenore di caffè cioè dal gusto forte o meno che si vuole dare alla miscela.
Questa miscela richiede la pastorizzazione, ho ideato questa su una base di crema all’uovo ma è possibile farlo anche su base fiordilatte.

Ingredienti
599 g. latte intero
150 g. zucchero
100 g. tuorli d’uova
85 g. panna liquida
35 g. destrosio
28 g. caffè solubile
3 gr. farina di semi di carrube

Preparazione
In un recipiente frulla i tuorli d’uova con lo zucchero, il glucosio e la farina di semi d i carrube.
In un pentolino versare il latte e la panna liquida, raggiunti i 40°C versa il liquido sul composto di uova.
Versa nuovamente la miscela nel pentolino e ponilo sul fuoco a fiamma viva, appena raggiunto gli 85° C riduci la fiamma e lascia cuocere per circa 2 minuti (alta pastorizzazione) a tale temperatura.
Versa la miscela nel recipiente precedente, aggiungi il caffè solubile e frulla per 3/5 minuti così da amalgamare ed emulsionare i vari componenti.
Poni in frigorifero per 4 ore poi, frulla nuovamente prima di versare la miscela al caffè nella gelatiera; 30/40 minuti ed il gelato al caffè sarà pronto!

Miscela aggiornata il 12 agosto 2016

Gelato al caffè solubile ultima modifica: 2011-08-12T01:00:14+00:00 da Jo Pistacchio

17 pensieri su “Gelato al caffè solubile

  1. Tina

    Fantastica consistenza! Già durante la preparazione avevo notato che sarebbe stato un gelato da gelateria. Anzi anche meglio! Unica cosa: ho utilizzato il caffè solubile della Jacobs che avevo a casa e forse il sapore del caffè era leggermente troppo forte. Se mettessi 20 gr di caffè solubile cambierebbe la consistenza?

    Rispondi
  2. Tina

    Grazie mille! Sei il migliore! Ho visto l’aggiunta dei 40 gradi. Io ho unito il latte con la panna a 80 ma é venuto bene lo stesso. Dici che verrebbe ancora meglio o solo per evitare che impazzissero i tuorli?

    Rispondi
  3. Tina

    Urge consiglio. Ho finito il latte intero e ho quello parzialmente scremato. Metto più panna? In che quantità? Grazie mille in anticipo!

    Rispondi
  4. Tina

    Grazie mille!!! Troppo gentile.
    Un’ultima cosa: siccome la mia gelatiera ha capacità drl cestello massimo 1,5 litri posso raddoppiare le dosi delle tue ricette o sarebbe troppo secondo te? Vorrei sfruttare al massimo la capienza.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Tina,
      le miscele sono tutte da 1 kg e consentono la produzione di più di un litro di gelato.
      Non conosco gelatiere domestiche che abbiano capacità maggiore, verifica dal manuale di istruzioni.
      Jo

      Rispondi
  5. Tina

    Io ho la musso stella dove la capacità massima del cestello è di un litro e mezzo. Non potrei dunque aumentare le quantità?

    Rispondi
  6. Tina

    Ciao. Volevo farti sapere che sono riuscita a fare tranquillamente doppia dose della tua ricetta e io ho utilizzato finora sempre quella iniziale (prima che la modificassi) a parte la diminuzione del caffè solubile. Posso chiederti come mai questo cambiamento? Hai diminuito tutte le quantità e introdotto il destrosio al posto del glucosio il che lo trovo comodo perché non è molto comodo dosare lo sciroppo di glucosio. Sarebbe fantastico poterlo sostituire o utilizzare sempre quello in polvere. Comunque la tua ricetta è a dir poco sublime. Ne ho provate di quelle al caffè ma la tua è proprio da capogiro. Sarà la mancanza di gelateria artigianali come si deve nella mia zona, ma così buon non l’avevo mai mangiato. Grazie mille per tutto quello che fai!

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Tina,
      la nuova miscela è perfettamente bilanciata e corrisponde ai miei gusti attuali (poco grasso).
      La sostituzione è perché oggi è piuttosto semplice reperire il destrosio.
      Jo

      Rispondi
  7. Tina

    Ho rifatto diverse volte la ricetta di prima ed è fantastica. Unico neo: mi vanno troppe uova e per questo è un po’ più pesante. Se provassi a farlo su base fiordilatte basta preparare la miscela e quando è ancora calda ci verso il caffè solubile e da li la procedura è la stessa? Rimane molto il retrogusto di latte oppure se utilizzassi questa base mi converrebbe fare un fiordilatte completamente con gusto caratterizzante panna?

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Tina,
      su base latte puoi provare questa:
      647 g. latte intero
      160 g. panna liquida
      95 g. zucchero
      60 g. fruttosio
      25 g. caffè solubile
      10 g. latte magro in polvere
      3 g. farina di semi di carrube
      Jo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *