Il gelato gastronomico di Otaleg al Buskers Pub, Roma

Gelato-Otaleg-BuskersPub-Roma
Lunedì scorso, approfittando della permanenza a Roma per l’edizione autunnale del corso base di Gelato, sono stato al Buskers Pub per l’evento 4x4x4, questa volta dedicato a pane e gelato accompagnato alle birre.

Per il gelato c’è stato il mitico Marco Radicioni della gelateria Otaleg, quello del laboratorio acquario, dove ogni mattina prima del sorgere del sole manteca con amore insieme alla sua Effe6.
Per le birre Mirko, del Buskers Pub, ha selezionato quelle “giuste” per accompagnare i 5 abbinamenti della serata.
Per i pani più precisamente in fette ci sono stati 4 prestigiosi forni: Prelibato, Bonci, Pane e Tempesta, Marchetti.

Buskers Pub sold-out fin dal primo giorno dell’annuncio, tutti i tavoli occupati da amanti soprattutto della birra (aficionados della birra); pochi gli appassionati di gelato che però ho rimpinguato portando con me Tony e Valerio, i miei “pusher” di gelato romani.

Radicioni è arrivato con la sua borsa da palestra, ricordi di gioventù, con tutto l’armamentario coadiuvato dai suoi assistenti tra cui il nuovo californiano Alex. Certo avrei preferito qualche bionda californiana ma tant’è!

Dopo la solita presentazione di benvenuto e le rassicurazioni di Marco, il kickoff è stato un cucchiaino di sorbetto di zenzero (delicato) spruzzato con polvere di liquirizia.

Il percorso si è subito prospettato in salita, come da programma in quanto tutti i pani erano accompagnati da mezza pinta di birra .

Gelato di carota con pesto di capperi e pane allo zenzero e zucca (forno Prelibato): il gelato l’ho trovato un po’ dolce ma gusto di carota delicato, birra tipo “saison” con limone e fiori di ibisco del birrificio Brew by Numbers (Londra).
Gelato-Otaleg-BuskersPub-Roma
Gelato di cipollina borrettana e pane alle alghe con semi di papavero (forno Bonci): il gelato più buono della serata, molto equilibrato accompagnato da un’ottima birra birra Dhuit tipo “Porter” con lampone e more collaborazione tra croce di malto e foglie d’erba.
Gelato-Otaleg-BuskersPub-Roma
Gelato alla senape (delicatissimo, altro che quello di Identità Gelato) e pane alla rapa rossa (forno Bonci): il gelato più baciato col pane davvero ottimo che favoriva la masticazione, Tangerine stile “Bitter” del birrificio Olmaia.
Gelato-Otaleg-BuskersPub-Roma
Gelato alle alici (bella botta) e pane con semi (forno Pane e Tempesta): il gelato molto spinto, forse la porzione era eccessiva o voluta senza essere estremo come suo solito Radicioni; per ripulire il palato dall’intenso gusto sapido, birra Peacemaker stile “scotch ale” Buskers Beer.
Gelato-Otaleg-BuskersPub-Roma
Gelato alla cicoria ripassata in padella con peperoncino (bella botta) e panino arabo a forma di tasca (forno Marchetti): gelato impegnativo anche se non estremo; birra Bianca Piperita del birrificio Opperbaco, stile “blanche” che invece di spegnere espandeva la capseicina del piccante in tutta la bocca. Per estinguere, meglio la birra precedente.
Gelato-Otaleg-BuskersPub-Roma

Una serata da applauso, per tutti. Gelati di Radicioni, i pani dei forni romani e le birre scelte da Mirko del Buskers Pub!

Nelle prossime settimane si replica con pizza e gelato…

Il gelato gastronomico di Otaleg al Buskers Pub, Roma ultima modifica: 2016-10-20T14:00:39+00:00 da Jo Pistacchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *