Oscar DA-1000, l’estrattore che ho scelto

Se hai letto il mio post sull’argomento questo è solo un aggiornamento!

Ebbene sì, ho scelto di comprare l’estrattore di succhi a coclea orizzonatale Oscar DA-1000 invece dell’Omega 8006.
L’Omega l’avevo scelta dopo un’attenta ricerca quest’estate, mi era sembrata la migliore macchina di produzione coreana; in pratica viene prodotta in Corea del sud ma poi marchiata Omega e commercializzata negli USA, Oscar invece è il marchio commercializzato proprio dai coreani.

E’ una macchina di ultima generazione e costa meno, poco più di 300 euro!

Entrando nei dettagli tecnici però l’evoluzione sono tante altre.
La principale novità è il regolatore della pressione applicata al prodotto che viene centrifugato (praticamente consente di regolare la presenza di fibra nel succo), assicurando la massima quantità di succo estratta.

Parti principali

Il nuovo Oscar DA-1000 estrae maggiori quantità di succo da frutta e verdure (circa il 15-20%) e mantiene inalterati vitamine, minerali, enzimi e fibre più di qualsiasi altro estrattore a singolo albero.
Oscar DA-1000 ha una potenza di soli 150 watt con 70 giri/minuto!
Velocità ridotta significa minor ossigeno introdotto, cioè ridottissima ossidazione delle sostanze vitali presenti nel succo che si mantengono per 48 ore!

Il sistema di estrazione è a tre fasi con spremitura a freddo che consente di mantenere in vita tutte le sostanze nutrienti fino a 48 ore dopo la spremitura.

Non pensare che sia “solo” una specie di centrifuga per frutta e verdura, Oscar DA-1000 è molto di più!
Non è solo per crudisti o vegani ma per chi desidera cibi sani, naturali e nutrienti.

Oscar DA-1000 ti permette di spremere qualsiasi tipo di frutta e verdura, buccia compresa. Gli scarti non sono mollicci ed umidi come quelli delle comuni centrifughe e ciò significa che è stata spremuta la quantità massima di succo dalla frutta e dalle verdure.
Sedano, finocchi, carote, peperoni, radicchio, cavolo, verdure a foglia come prezzemolo e spinaci, limoni, arance, ananas…
Puoi spremere anche i tanto decantati germogli freschi come l’erba di grano, foglie di aloe, aghi di pino e altre erbe mediche che agiscono sull’organismo come integratori naturali. Integrando i tuoi centrifugati di frutta e verdure con le erbe medicinali potrai guarirti attraverso l’alimentazione.
Se non possiedi un frullatore potente e robusto (tipo il Blendtec, :-)) l’Oscar DA-1000 è in grado di triturare, spezzettare e grattugiare carne, aglio, pepe, zenzero, rafano e molti altri alimenti.
E, udite, udite…un attimo, volevo dire…leggi con attenzione
…per tutti coloro che si trovano nella complessa fase dello svezzamento di un neonato, puoi preparare facilmente pappe di frutta organiche e biologiche ma anche creme di verdure di ogni tipo per tutta la famiglia.
Senza tralasciare la possibilità di preparare una deliziosa pasta fresca in pochi minuti con il comodo beccuccio per pasta e, per un gusto più singolare ed un valore nutritivo aggiunto, puoi aggiungere all’impasto casalingo del succo fresco.

Puoi inoltre, dalla semplice frutta congelata ricavare degli ottimi sorbetti di frutta al 100%!
Oscar DA-1000 ti consente anche di preparare diversi tipi di burro aromatizzato e salse varie.

Può fare questo, vedi qui:

o anche, con più dettagli, qui:

Che dire di più? L’aspetto con ansia.
Sono in trepida attesa poichè ho scelto il modello di colore Burgundy/wine (rosso borgogna/vino), praticamente quello in foto: 2 settimane!
Giusto in tempo per il mio compleanno!

Se vuoi acquistare il nuovo modello clicca qui.

Oscar DA-1000, l’estrattore che ho scelto ultima modifica: 2012-02-24T05:30:40+00:00 da Jo Pistacchio

109 pensieri su “Oscar DA-1000, l’estrattore che ho scelto

  1. Angelika

    Ciao Jo,

    bellissimo sito! Complimenti!! Prima o poi proverò a fare qualche gelato. Unico dubbio che ho dove si triìova la carragenina o che cosa si può usare in alternativa?? Si può sostituire il glucosio con qualcosa? O dove si compra? Tante domande!!

    Ho visto che stai aspettando il nuovo estrattore. Sono curiosa cosa ci racconterai perchè a leggere la tua descrizione sembra una meraviglia. Spero presto ricevere il tuo aggiornamento magari con qualche nuova ricetta.

    Grazie!

    Angelika

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Angelika,

      ti ringrazio per i dei complimenti.
      La carragenina o l’alginato di sodio o l’agar agar vengono utilizzati come agenti stabilizzanti (addensanti, gelificanti).
      Ti consiglio questi due articoli:
      http://www.jopistacchio.it/addensanti/
      http://www.jopistacchio.it/gelati-additivi-naturali/
      Puoi usare anche la farina di semi di carrube che è più facile da trovare, in un negozio di articoli alimentari specializzato in farine o biologico.
      L’alginato di sodio è possibile trovarlo/ordinarlo in talune farmacie.
      Il glucosio è per avere una struttura degli zuccheri particolare che favorisca e determini particolari caratteristiche nella fase di congelamento.
      Qui l’articolo:
      http://www.jopistacchio.it/glucosio-gelato-sorbetto/
      Il glucosio puoi, eventualmente sostituirlo col miele di acacia.

      Rispondi
  2. Angelika

    Grazie Jo per la tua risposta. Leggerò attentamente le pagine segnalate. Buon gelato a tutti!! 🙂

    A proposito di gelato festival a Firenze… c’è una gelateria siciliana vicino al duomo che è la fine del mondo!!

    Rispondi
  3. Elisa

    Ciao Jo Pistacchio,
    mi sono comprata una centrifuga ma proprio non mi piace, mi sembra di buttare via meta’ della frutta.
    Poi cercando su internet ho trovato il tuo blog. Bello ! (mi sa che provero’ qualche tua ricetta…)
    Tu sei contento dell’Oscar Neo DA1000 ? O non ne vale la pena ?
    Ciao, e grazie gia’ da adesso della risposta !

    E.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Elisa,

      prima di comprare l’estrattore (lo chiamo così per distinguerlo) ho usato e regalato centrifughe.
      Quand’ero piccolo i miei comprarono una Moulinex.
      La scorsa estate ho “studiato” un po’ per essere pronto per l’integrazione alimentare di questi giorni; ho letto molto in giro in Italia ma anche all’estero (prevalentemente in Australia).
      Inizialmente avevo scelto questo modello:
      http://www.jopistacchio.it/centrifuga-estrattore-migliore/
      Alla fine ho preso l’Oscar Neo più performante e, più economico visto che sono macchine non proprio economiche rispetto alle normali centrifughe.
      Il succo è molto più denso; si vede anche ad occhio che è molto più ricco, con più nutrienti visto che la “masticazione” lenta non fa ossidare i principi nutritivi contenuti in frutta/verdura.
      La resa è notevole, se vuoi possiamo fare un confronto tra le nostre macchine.
      Chiedi pure, puoi scrivermi anche in privato…

      Jo

      Rispondi
  4. Elisa

    Ciao Jo,

    Io cercavo una centrifuga per farmi dei buoni succhi … e poi ne ho scelta una a caso, quella che offriva il negozio, una Tristar …
    Me ne sono subito pentita …
    Su amazon le attirbuiscono 5 stelle pero’ ….
    http://www.amazon.it/Tristar-SC-2283-Centrifuga-in-acciaio/dp/B004U5A6CI/ref=sr_1_2?s=kitchen&ie=UTF8&qid=1336805864&sr=1-2

    Costa sicuramente meno, ma si butta via tanta di quella frutta (dei pezzi interi di fragola vanno nel cestello degli scarti !!) e verdura che alla fine costano meno le altre …

    Ti faro’ sapere appena mi saro’ comprata un’ Oscar Neo anch’io !
    (hai gia’ provato a farci la pasta ?)

    Ciao e grazie !!

    E.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Elisa,

      proprio stamattina ho preparato un succo ed ho “buttato” solo il 15% circa del peso totale.
      Appena puoi fatti due calcoli e vedrai che se la usi spesso la differenza l’ammortizzi nel costo di frutta/verdura.
      Non ho provato ancora ad “estrudere” la pasta ma ho usato l’ugello per la pappe!

      Jo

      Rispondi
  5. PAOLA

    Ciao Jo,
    vagabondavo per il web cercando informazioni per l’acquisto di una centrifuga per la preparazione di succhi. Già dalle informazioni trovate mi sono decisa ad optare per l’acquisto di un estrattore considerando la migliore qualità di prodotto che si riesce ad ottenere. Ora il mio problema rimane quale scegliere e ho pensato di rivolgermi a te perchè mi sembri molto informato. Sono indecisa tra l’Hurom HU100 e l’Oscar Neo DA 1000 (il tuo praticamente). Sapresti dirmi le differenze e consigliarmi sul migliore?
    Ultimo quesito, da quale sito l’hai comprato?
    Grazie mille per le preziose informazioni che spero mi darai.
    Ciao,
    Paola

    Rispondi
  6. Andrea

    Ciao Jo, ho ricevuto proprio ieri l’Oscar (alla fine sono riuscito a trovarlo rosso!!) e
    volevo avere da te un paio di informazioni:

    a) La ghiera posta sul davanti che può essere regolata da 0 a 5 tu come la imposti? Come agisce in pratica?

    b) con gli “scarti” che si ottengono dall’estrazione si può fare qualcosa?Hai mai sperimentato qualche ricetta?

    Ciao e buona giornata!

    Andrea

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Andrea,
      bene, io ho atteso un mese per riceverlo rosso!
      a) E’ il regolatore della pressione applicata al prodotto che viene centrifugato (praticamente consente di regolare la presenza di fibra nel succo), assicurando la massima quantità di succo estratta.
      Dipende da ciò che introduci, più è ricco di liquidi più puoi aumentare la pressione e viceversa.
      Ad esemio con la carota 1, con le arance anche 4. Eviterei la posizione 5.
      b) Con lo scarto, cioè le parti +/- secche puoi utilizzarle come fibre vegetali per le polpette.
      Anche in questo caso dipende dal tenore di zuccheri altrimenti rischi che la pietanza sia zuccherina e non salata, praticamente è più semplice utilizzare gli scarti della verdura (più ricchi di fibra) piuttosto che quelli della frutta (molto più ricca di liquidi).
      Jo

      Rispondi
      1. Andrew

        Ciao Jo,
        puoi fornirmi p.f. il contatto del rivenditore italiano dell’Oscar NEO DA1000?
        E’ un sito ufficiale/affidabile di vendite online?
        Grazie! Ciao, A.

        Rispondi
  7. Sophia

    Ciao, grazie per questo interessante articolo.
    In queste settimane mi sono informata su centrifughe ed estrattori di succo, ed ero arrivata anche io a “scegliere” la OMEGA 8006 (anche se vedere che su Amazon.com costa 260 euro contro i 380 dell’Italia fa rabbia), poi grazie al tuo articolo ho scoperto che sono di produzione coreana (io sono una grande appassionata di Corea quindi mi fido XD) e che c’è questa macchina Oscar molto valida che costa un poco meno.

    Dopo questa premessa ti vorrei porre una domanda, perchè ricordo di aver letto che uno dei tanti modelli di estrattori che avevo visto macinavano anche i chicchi di cereali per fare farine.
    Ma dico bene oppure ho preso una cantonata?
    Visto che stavo anche pensando di acquistare un macina cereali per poter fare le pappette del mio bimbo quando inizieremo lo svezzamento, utilizzando direttamente da cereali macinati al momento e quindi più sani, se questo prodotto avesse anche questa funzione, prendere due piccioni con una fava!

    So che non può macinare i semi oleosi (lino, sesamo, girasole etc…) ma da una accurata ricerca ho capito che questi semi si devono macinare con un attrezzo a parte (semplice macina caffè) perchè altrimenti impastano.
    Grazie della tua gentile risposta.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Sophia,
      l’Oscar è un estrattore a coclea orizzontale per cui anche i semi oleaginosi possono essere “estratti” ma non ricavi nessun succo (perchè privi di acqua) ma li riduci in pasta. Praticamente è come se fossero strizzati, l’attrito della coclea sprigiona gli oli favorendo l’estrusione dei semi stessi.
      Qui puoi vedere l’Oscar all’opera con gli anacardi:
      http://www.jopistacchio.it/gelato-di-anacardi/
      Ho provato anche con nocciole, sesamo e noci brasiliane; sempre tostate.
      Non va bene coi semi di lino, troppo duri e privi di umidità.
      per l’integrazione alimentare di mia figlia (svezzamento) ho usato l’Oscar per le pappe di frutta fresca, per il resto ho usato sempre il Blendtec per ridurre in creme lisce frazionabili poi in contenitori di plastica per alimenti da 150/180 grammi.
      Ho tostato anche il riso semi-integrale più ricco di sostanze nutritive.
      Concludendo, non devi confondere l’estrattore di succhi con una macchina che macina (con molazze) e raffina; puoi però ricavare la farina di cocco (umida):

      Per ricavare le farine in casa ti occorre un mulino con motore elettrico (li trovi a 2-300 euro) altrimenti devi usare perlomeno un frullatore. La differenza fondamentale è che riesci a ricavare la farina ma l’attrito e la forza centrifuga innalzano la temperatura rischiando di alterare soprattutto il profumo.
      Per lo svezzamento ti consiglio l’uso delle “creme” biologiche confezionate in quanto non se ne usano tante, dipende anche dai mesi totali di svezzamento.

      Rispondi
      1. Sophia

        Grazie per la risposta rapidissima!! 🙂

        Infatti ho un po’ di confusione perchè a volte certi apparecchi hanno descrizioni un po’ superficiali su internet che confondono (ho visto giusto un macinacereali che dalla descrizione sembrava macinasse anche i semi oleaginosi e poi il commento di una ragazza era che l’aveva comprato proprio per quello e ovviamente non lo faceva visto che utilizzava rulli di pietra che con i semi si impasterebbero).
        So che dai i semi oleosi non viene fuori succo, a me serve un prodotto che li spezzetti di modo che mio figlio possa assumerli facilmente con tutte le loro fantastiche proprietà. Ma a questo punto per semi di lino in primis ovvierò con un semplice e piccolo macinacaffè, che voglio usare anche io la mattina per la crema Budwing.

        Tornando in topics, scusa la divagazione, l’estrattore di succhi mi interessa molto e questo modello da te acquistato (come l’omega 8006) ha anche altre funzioni molto interessanti (dalla pasta al macinare nocciole etc…) quindi sto seriamente pensando all’acquisto. Ad oggi ho trovato due siti (http://www.eujuicers.it/it/catalogo/estrattori-di-succhi/per-uso-domestico/estrattori-a-coclea che costa 350 euro e http://www.vitality4life.it/estrattore-succo-oscar-neo.html che costa 352 euro), ci sono altri posti dove comprarlo?

        Per le farine dello svezzamento, anche io pensavo all’inizio di acquistarle bio ma leggendo qui e là ho visto che macinando al momento i cereali vari (avena, orzo, riso, mais etc…) non si perdono preziosi elementi che le farine confezionate, anche se bio, perdono solo per il fatto che la macinazione è stata fatta tempo prima.
        All’inzio infatti pensavo di comprare il macinacereali accessorio della Kitchenaid, visto che ho l’impastatrice, ma costa molto e sarebbe un altro attrezzo in più nella mia mini cucina. Conta che io pensavo di macinare anche per fare il pane/pizza/focaccia (si son di Genova^^) che produco in casa.
        Possiedo anche il frullatore della Kitchenaid, ma anche se riuscissi a macinare i cereali come dici tu lo farebbe ad alta velocità. Non conoscevo il Blendtec, ma è un frullatore?
        Scusa l’ingoranza e grazie tante per le preziose informazioni.

        PS che bello il video degli anacardi!!

        Rispondi
  8. Enrico Rusticali

    Mi sposto dal Canada al Italia e voglio portare con me il mio VRT 350. Siccome il motore e solo 150watt spero che un transforamtore si trovi o forse avere il motore riavvolto. Cosa suggersici.

    Thanks in advance.

    Rispondi
      1. Enrico Rusticali

        Grazie per la veloce risposta. I cicli da 60 a 50 vuole dire che il motore gira piu piano? Should worry about the cylces? Are you associated with a juicer seller.? Haven’t look at your bio just linked thru google

        Thanks again

        Thanks

        Rispondi
  9. giuseppe mari

    ciao Jo, due domande:
    1) mi chiedevo come fare il pesto con Oscar. Credo che ci sia un accessorio ad-hoc, tu lo hai comprato. Secondo te funziona bene?

    2) pensi che si può fare qualcosa con le fogliè di alloro ed oscar

    grazie e complimenti

    saluti/giuseppe

    Rispondi
  10. Roberta

    Ciao Jo,
    dopo varie indagini sono orientata all’acquisto di Oscar Neo Da1000.
    Vorrei però un’informazione: ho visto che su altri siti è indicata una garanzia di 20 anni sul motore, 10 anni sulle singole parti, mentre provando ad acquistarlo sul tuo sito vedo 2 anni di garanzia (da parte del fornitore italiano).
    Si può avere un’estensione? Come funziona?
    Grazie.
    roberta

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Roberta,
      premetto che sono però di parte.
      🙂

      La casa produttrice sudcoreana garantisce il motore per 20 anni, in Corea del Sud.
      Negli altri Paesi non fornisce una vera e propria assistenza nel senso che l’importatore decide autonomamente cosa fare.
      Negli USA si trova spesso la garanzia di 7 anni, alcune volte si può estendere con assicurazioni.
      In Italia la garanzia fornita è, quella europea, di 2 anni.

      In base alla mia esperienza nei primi 2 anni è difficile rompere il blocco motore per cause intrinseche, endogene. Anche dopo la vedo difficile nell’uso corretto, standard.
      Ciò è dovuto alla scarsa potenza all’albero (rotazione lenta, bassi numeri di giri/minuto) e pochissime parti in movimento.
      Gli accessori sono più passibili di inconvenienti: perdita di elementi, rottura dovuta all’uso inconsueto, fusione di pezzi in lavastoviglie, ecc.
      Il tamburo ed i filtri sono passibili di rottura se si introduce qualcosa di particolare, non frutta/verdura.

      Pertanto, la garanzia non credo che verrà mai “richiamata” nei primi anni.
      Tuttavia, per i pezzi in garanzia avere il distributore italiano permette l’invio con posta ordinaria o corriere a prezzi “umani” a differenza di pezzi (sempre gratuiti) spediti dall’estero ma con costi di spedizione a carico del cliente (da UK, 15 euro a spedizione).
      Il blocco motore si dovesse rompere viene sostituito ma lo devi rendere, in UK o Cechia. Prova a vedere quanto costa spedire in questi 2 Paesi senza un abbonamento business, 5 kg.
      Il mio personale l’ho comprato in Germania, mi è arrivato da UK ed ho passato giorni a spedire messaggi a dx e a manca per averlo, mettici anche la lingua inglese e l’assenza di supporto “gestionale” (consigli sull’uso della macchina quotidiano) e la bilancia pende per l’acquisto in Italia.
      Quando ho rotto i 2 filtri in garanzia, rottura dovuta ai miei continui esperimenti, ho dovuto pagare le spese di spedizione internazionali di 15 euro.

      Sorvolando sui proclami dell’italianità, se dovessi sostituirlo lo comprerei in Italia.

      Jo

      Rispondi
  11. Vito

    Ciao Jo,
    innanzitutto complimenti per l’utilità del tuo blog.
    Adesso, invece, passo alla mia richiesta: nel dicembre 2010 comprai da Mediaworld una Coway JuicePresso a 230 euro. Da quello che ho letto sul web dovrebbe essere una “sottomarca” della Hurom, difatti l’aspetto estreno è identico al modello Hurom HU-100W.
    E’ mia intenzione sostituire suddetto estrattore con l’ottimo Oscar Neo poichè mi permetterà anche di preparare salsine vegetali e il succo d’erba.
    Comunque, prima di procedere all’acquisto volevo chiederti come se la cava la Oscar Neo con i seguenti frutti:
    1) Ananas, con la JuicePresso era alquanto complicato riuscire a estrarne il succo anche escludendo la zona centrale più dura, poichè l’espulsione dello scarto filamentoso risulta difficoltosa visto che tende ad accumularsi all’interno del cilindro verticale.
    2) Mango, stesso problema dell’ananas anche se in misura inferiore.
    3) Anguria, i semini vengono espulsi interi all’intero dello scarto oppure leggermente frammentati?
    Grazie.
    Un caro saluto.

    Vito.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Vito,
      La Coway è stata ritirata dal mercato italiano dopo qualche mese perché dava problemi alla grande catena distributiva.
      Troppi reclami, alla fine fu venduta con forti sconti come end-of-sales!
      Premetto che con l’Oscar devi usare il “regolatore di pressione” posto alla fine del condotto di estrazione, in funzione del grado di maturazione e della fibra contenuta nella frutta.
      Ben diverso è il caso di radici (tipo carote, ravanelli, rapa, barbabietola, ecc.), dove puoi tenere sempre alla posizione 5 (meglio 4) il regolatore.
      1. Per l’ananas non c’è nessun problema, io estraggo da tutta la fetta (lo pulisco in verticale e lo affetto come un salame, poi suddivido le fette per la tramoggia).
      2. Anche il mango, come l’ananas, contiene molta fibra man mano che si avvicina al nocciolo. Nessun problema.
      3. Sull’anguria c’è da dire che dovresti eliminare i semini (neri) perché non contengono acqua e l’estrattore estrae l’acqua col processo di “spremitura” (i bianchi contengono acqua).
      Lasciando i semi grandi neri puoi incorrere in un’occlusione all’uscita (ci finisce tutto lo scarto sminuzzato) o proprio un blocco della coclea dentro al filtro se il seme è grosso e molto duro.
      Jo

      Rispondi
      1. Sergio

        Buonasera Jo
        mi spiace contraddirti ma Coway non e’ stata ritirata dal mercato, e sopratutto non ha creato problemi alla grande catene di distribuzione, la KS ne e’ la prova,
        scusate dell’intrusione
        Sergio

        Rispondi
        1. Jo Pistacchio Autore articolo

          ciao Sergio,
          non so la tua azienda da quando tratti la juicepresso ma ti assicuro che un paio di anni fa la Coway è entrata in Italia vendendo alle grandi catene di elettronica.
          Il prezzo era di circa 200 euro poi, svendute a meno. Forse era una prima serie ma non era un buon prodotto.
          Un mio lettore le ha viste anche da Kasanova ma forse sono già le tue.
          Se vuoi mi puoi mandare un campione per demo così da testarla nuovamente.
          Jo

          Rispondi
          1. Sergio

            Ciao Jo
            Non ho alcun problema ad inviarti un CJP-01 da testare, mandami sul mio indirizzo mail i tuoi dati,
            alla grande distribuzione era stato dato il vecchio JP-11 (Hurom 100) comunque con lo stesso principio di funzionamento del piu’ recente CJP-01, che fino ad ora ha soddifatto le aspettative della clientela.
            Sergio

  12. Valentina

    Gentilissimo Jo,
    Ho acquistato l’estrattore da un rivenditore estero dopo aver visto proprio su queste tue pagine le sue potenzialità 🙂 Purtroppo a corredo di Oscar neo non vi é un libretto molto esaustivo su che “imbutino” usare con tali frutti o verdure e così ho intasato il filtro con la banana ma niente di grave: sbagliando si impara e devo dire che i succhi che ogni sera mi preparo sono straordinari.
    Ora con questo caldo mi cimenterei volentieri con dei buoni sorbetti ma haimé ho il freezer rotto e così dovrò rimandare l’esperimento 😉 Trovo molto interessanti e ben approfonditi i molti temi da te trattati ( per la prima volta ho trovato una chiara spiegazione al l’indice di percezione al dolce nei gelati) e tutti gli argomenti vengono analizzati nel dettaglio, in modo molto approfondito. Grazie e….continuerò senz’altro a seguire le tue nuove “avventure”!

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Michelangelo,
      solo con l’estrattore orizzontale Oscar puoi ridurre in pasta la frutta secca o i semi oleaginosi (no semi di lino).
      I semi di sesamo bianco devono essere tostati e poi passati nell’estrattore col filtro estrusore.
      Qui puoi vedere un video con gli anacardi:

      Coi semi di sesamo è simile…
      Jo

      Rispondi
      1. Matteo

        Ciao Jo,
        Vorrei sapere se i semi oleaginosi e la frutta secca possono essere trattati anche da crudi e con quali risultati.
        A parte la differenza di prezzo che prodotto giudichi migliore tra Oscar Neo e Omega Sana?
        Grazie! Il tuo sito è stata una bella scoperta.

        Rispondi
  13. Michelangelo

    Ok grazie mille per la risposta rapidissima!!
    Mi sembra però troppo compatto se viene così anche con il sesamo…
    E se ci buttassi un pò di olio assieme ai semi secondo te è possibile?!

    Rispondi
  14. fulvio

    ciao jo ,che piacere trovare un esperto!
    E’ tempo di succo d’uva. L’ho fatto sempre deraspando,spremendo a mano e filtrando con vari passaggi in telo di cotone. Ora vedo questi estrattori che dopotutto sembrano passapomodori evoluti. Ma tutti i semini dell’uva non saranno un problema? tieni conto che ne faccio almeno 30 kg…Grazie!

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Fulvio,
      all’ultimo corso di gelato a Roma, ieri ho preparato il sorbetto di uva nera. Pazzesco!
      L’uva aveva 15BRIX.
      La macchina estrae il succo d’uva benissimo, passi anche i noccioli per cui hai anche gli antiossidanti in essi contenuti.
      Appena passo l’uva fragola ti invio un paio di foto.
      Jo

      Rispondi
  15. Michelangelo

    Ciao, un’ultima domanda, con i modelli verticali di estrattore tipo Hurom si possono fare anche i vari tipi di latte vegetale tipo soia (che va poi bollito) o mandorle, con questo estrattore si riescono a fare lo stesso?

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Michelangelo,
      premesso che sono di parte.
      Gli estrattori verticali hanno più difficoltà perché il filtro non è realizzato per la riduzione in paste ma sono specifici per l’estrazione di succo da alimenti.
      Se fai una ricerca su youtube infatti, non troverai video su almond milk anche se i venditori di estrattori verticali “scrivono” che si può fare tranquillamente. Il problema è il filtro che si “impasta” coi residui.
      I latte vegetali che ho fatto con l’Oscar sono di: mandorle, avena e riso.
      Jo

      Rispondi
      1. Tom

        Ciao Jo,
        Complimenti per il sito ben fatto con passione e competenza.
        Ti chiedo per fare il latte di riso lo fai bollire ? ( vale anche per altri Latte vegetali ? Mandorle etc. )
        Potresti scrivermi la ricetta completa per cortesia?
        Anche noi abbiamo una bimba in fase di svezzamento: potresti gentilmente mandare le ricette complete per preparare le pappe che accenni?

        sarebbe bello poter ricercare velocemente i consigli tramite categorie, che ne dici?
        Grazie in anticipo.
        Resto in attesa
        Buon pomeriggio

        Tommaso

        Rispondi
        1. Jo Pistacchio Autore articolo

          ciao Tom,
          per i latti vegetali ci sono vari metodi, uno diverso dall’altro.
          Per le pappe si intende di frutta, a crudo.
          Eh si, ci vorrebbe più tempo da dedicare al blog. Magari…
          Jo

          Rispondi
  16. Sophia

    Ciao Jo, ci risentiamo. Ti avevo scritto per l’estrattore Oscar, che poi quasi un anno fa ho acquistato e ne sono felice!!!
    Giusto qualche giorno fa ho fatto un bel succo di melagrana.

    Visto che ora, finalmente, in casa mia non si usa più latte vaccino per colazione, bensì bevande vegetali, vorrei provare a fare il latte di avena con l’estrattore. Visto che scrivi di averlo fatto, come hai proceduto? Hai fatto bollire i chicchi di avena e poi li hai passati?

    Grazie come sempre!!

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Noemi,
      gli estrattori a coclea si vedono poco perché ci sono le centrifughe che costano anche molto meno.
      Da qualche anno sono arrivati in Italia sia quelli verticali e dopo, quelli orizzontali (l’Oscar).
      Sono macchine di provenienza coreana dove c’è molta cultura vegetariana.
      Il mercato italiano viene considerato troppo piccolo e poco allettante per il produttore per cui è difficile trovarli in vendita nei normali negozi di elettrodomestici.
      Jo

      Rispondi
  17. Francesca Caputo

    ciao. mi sai dire dove posso trovare le istruzioni dell’oscar neo in italiano. ho girato vari siti ma nn le trovo. grazie francesca

    Rispondi
  18. egidio

    ciao Jo, mi sono letto tutti i commenti… mi spieghi un attimo meglio i vantaggi della garanzia nell’acquistare il prodotto nel tuo shop? Bisogna rivolgersi a te e con che costi/tempi? e se tu per una qualsiasi ragione nei 2 anni di garanzia avessi difficoltà a rispondere a chi ci si rivolge?
    L’articolo ormai è di inizio 2012… ad oggi lo ritieni ancora il migliore per qualità/prezzo? possibile che non ne siano usciti altri?
    ti ringrazio, ciao!

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Egidio,
      in 2 mesi non hai ancora deciso?
      Anche se sono di parte ritengo che ci siano solo vantaggi a comprarlo nello shop 🙂
      Premesso che sono un utente “evoluto” che fa continuamente prove e test confrontando tanti estrattori in modo oggettivo e non a chiacchiere da bar.
      Il magazzino spedisce in 24h dall’ordine e ci sono abbastanza ricambi, l’incidenza dei guasti 0,9% solo sugli accessori, sul motore 0%.
      Devi rivolgerti qui come tanti che chiedono solo informazioni e consigli.
      A quel prezzo, lievemente in calo, è ancora il miglior estrattore col rapporto qualità/prezzo.
      L’ultimo uscito è l’Omega che puoi trovare sul blog e nello shop.

      Rispondi
      1. egidio

        Jo mi sa che mi confondi con qualcun altro, ho “scoperto” gli estrattori solo da qualche giorno…
        Mi hai scritto che l’ultimo uscito è l’Omega, intendi l’Omega 8006? (ma nello shop non c’è) l’Omega è verticale, l’Oscar orizzontale, dov’è che non arriva l’uno ma arriva l’altro?
        ti ringrazio

        Rispondi
        1. Jo Pistacchio Autore articolo

          ciao Egidio,
          mi hai scritto la prima email il 26 gennaio, ma era per il gelato. Hai ragione. Sorry. 🙁
          L’Omega 8006 è di una generazione precedente, il nuovo è Sana Juicer; entrambi orizzontali orizzontale.
          Jo

          Rispondi
          1. egidio

            ed essendo più nuovo ha apportato delle migliorie?
            ti chiedevo anche vantaggi/svantaggi coi modelli verticali…
            ma è vero che col tuo è possibile inserire le arance con la buccia? che fa, il succo anche della buccia????

          2. egidio

            però sono tutti a 80 giri al minuti, mentre leggo che risultati ancora migliori si ottengono con quelli a 40 giri al minuto, non ce ne sono ancora?

          3. Jo Pistacchio Autore articolo

            Sono affermazioni non dimostrate scientificamente ma veicolate dal marketing del distributore. Di sicuro l’estrazione è più lenta.

          4. egidio

            più lenta ma quindi anche a temperatura inferiore il che è a loro grosso favore, no?

          5. Jo Pistacchio Autore articolo

            La temperatura è variabile, trascurabile, legata all’attrito. Col cocco la temperatura si alza certamente, l’ho anche rilevata con una termosonda.

  19. Maddalena

    Ciao…ti ho gia’ scritto qualche tempo fa e sei stato molto esaudiente…ora finalmente ho i soldini per acquistare l’estrattore…un ultimo dubbio…tra l’Oscar Neo Da1000 e l ‘estrattore Solo Star 3 quale sceglieresti? so che sei un po’ di “parte” ma so che sai essere molto obiettivo…forse l’unica differenza e’ che il solo star 3 e’ bpa free…grazie..Maddalena

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Maddalena,
      non conosco direttamente il Tribest Solo Star III, è una macchina che raramente si trova in giro online. Pochi la vendono.
      Premesso che nello shop puoi trovare Oscar ed Omega, sinceramente prenderei l’Omega che ha un prezzo simile al Tribest sempre BPA free e molto più recente (e bello) come fabbricazione.
      Personalmente preferisco l’Oscar. 🙂
      Jo

      Rispondi
      1. Maddalena

        Ciao…grazie…un ultima cosa..a questo punto sarei orientata verso l’Oscar, ma secondo te e’ irrilevante che non sia BPA free? ancora grazie Maddalena

        Rispondi
        1. Jo Pistacchio Autore articolo

          ciao Maddalena,
          non dico che sia irrilevante ma che nel processo estrattivo non c’è contatto con alimenti caldi anche se c’è un forte attrito superficiale.
          Jo

          Rispondi
  20. Corrado

    Ciao Jo, era già da tempo che pensavo a una centrifuga, poi però leggendo in internet ho visto che molti consigliavano l’estrattore di succo a freddo poiché ha prestazioni migliori ma, ahimè anche costi superiori e spesso anche di molto. Ho visto in giro estrattori economici di cui però a naso non mi fido. Infine ho visto questo Oscar Neo DA1000 e ho trovato questo sito. Innanzitutto complimenti per le recensioni davvero ottime e le spiegazioni esaustive. Ho visto che questo apparecchio non costa poi così tanto, e mi pare quindi sia un ottimo compromesso fra qualità e prezzo. Ho letto anche tutti i commenti e così mi sono fatto un’idea piuttosto precisa. Però avrei ancora qualche dubbio che sono sicuro potrai fugarmi. Non sono molto esperto di queste cose quindi perdonami se magari a certe domande avrai già risposto decine di volte. Leggendo la comparazione con l’Omega EUJ-707, ho visto che questo ha due filtri, uno grande per i frutti molli e uno piccolo per i frutti più secchi e per le verdure. L’Oscar invece mi pare abbia un filtro solo. In questo caso come mi devo regolare? Userò molto le verdure e gli ortaggi, tipo spinaci, finocchi, carciofi, soprattutto carote, e poi anche zucchine, pomodori, etc. etc. Ma vorrei usare anche diversi tipi di frutta. Ho letto che per esempio con le banane ci può essere qualche problema. Proprio con le banane, quindi, che accorgimenti bisogna usare? E per quanto riguarda pesche noci, pesche, albicocche e fragole? E’ possibile usare anche i legumi secchi così come sono o bisogna reidratarli lasciandoli in ammollo per 12/24 ore? Sono rimasto mooooooolto affascinato dalla pasta di anacardi (che io semplicemente ADORO), che penso proprio possa essere usata anche in altri modi che non siano il gelato. Una cosa non ho capito per quanto riguarda il sesamo: hai scritto che deve essere
    > tostato, però poi hai scritto anche che dev’essere messo in ammollo per 12/24 ore…..immagino che nel primo caso sia per ottenere una farina, mentre il secondo caso sia per ottenere una pasta, giusto? Per preparare quindi il Tahini e l’Hummus cosa si deve fare? Si può usare solo l’Oscar o è necessario qualcos’altro? Grazie mille, Corrado.
    Complimenti per il sito, e complimenti per le recensioni, spero che le risposte che mi darai m’indurranno ad acquistare qui l’Oscar Neo.
    Grazie mille, Corrado.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Corrado,
      l’Omega EUJ-707 ha due filtri, a seconda degli alimenti da processare.
      Filtro grosso: arance, pere, uva, fragole, kiwi, pomodori, avocado, aloe, ecc.
      Filtro fine: cavolfiore, rapa, spinaci, carota, mele, patate, germogli, ecc.
      Premesso che l’estrattore di succhi estrae i liquidi contenuti negli alimenti, non dovresti processare banana, avocado e simili.
      Coi carciofi sei al limite, mettendoli a bagno puoi migliorare l’estrazione…anche eliminando le foglie esterne.
      Puoi invece estrudere questi alimenti, col terzo filtro; riduce in pappetta…
      Qualsiasi alimento deve essere reidratato, per le leguminacee che sono ricche di fibre il succo che potrai estrarre sarà poco. Anche usando l’alimento fresco, tipo piselli, fagioli, ecc.
      Col filtro estrusore puoi ridurre in pasta la frutta secca, preferibilmente tostata.
      Per fare l’hummus ti occorre oltre ai ceci la tahina (pasta di semi di sesamo)
      La tahina la ricavi dai semi di sesamo tostati, è la riduzione in pasta che si fa col filtro estrusore.
      I semi di sesamo non tostati messi a bagno credo sia per ottenere una sorta di latte vegetale (tipo mandorle, avena, ecc.), non ricordo il caso perché rispondo a decine di messaggi.
      Jo

      Rispondi
      1. Teddy

        Volevo sapere se solo con l’Oscar è possibile fare la pasta di anacardi o anche con altri estrattori, e pensavo all’ultimo Huron uscito.
        Grazie

        Rispondi
        1. Jo Pistacchio Autore articolo

          ciao Teddy,
          con l’Oscar o l’Omega (in offerta questa settimana) sono possibili le riduzioni in pasta di frutta secca o semi oleaginosi.
          Il mio video proprio sugli anacardi, qui:
          https://www.youtube.com/watch?v=PjKpYGb5zu8
          Relativamente all’Hurom HH, che sto provando in questi giorni, secondo me è preferibile non provarci anche perché si impiastriccerebbe tutto il cestello, filtro, ecc.
          Jo

          Rispondi
  21. Moreno

    ciao Jo , scusami ma non l’ ho capito : , con riferimento tua esperienza , consigli o è meglio :
    Oscar Neo o Omega Sana ? Grazie

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Moreno,
      ho scritto alcuni post sui due estrattori.
      Sottolineo e ripeto qui, non esiste l’estrattore perfetto ma quello che più si addice alle esigenze di ciascuno.
      Jo

      Rispondi
      1. Moreno

        ciao Jo , dopo approfondimenti sui vari post , finalmente mi sono deciso e stamattina ho acquistato OscarNeoDA1000 . A breve mia recensione in opera !!

        Rispondi
  22. Benedetta

    Buonasera Jo,
    una domanda velocissima prima di ultimare la mia scelta e il mio acquisto dell’estrattore Oscar Neo…mi conferma che ci posso fare anche il latte di mandorle?
    Grazie per le informazioni contenute nel suo blog che mi hanno in questa difficilissima scelta!
    Grazie, buona serata e buon ferragosto!
    Benedetta

    Rispondi
      1. Serena

        Caro Jo,
        Sono seriamente interessata all’acquisto di un estrattore di succo. Ero inizialmente orientata verso un modello verticale ( come quello della Hurom ad esempio), ma cercando informazioni su internet credo di aver capito che questo tipo di estrattore e’ limitato nelle possibilità ..in particolare infatti sarei interessata ad un elettrodomestico che oltre a estrarre succhi possa essere utilizzato per fare degli omogeneizzati, dal momento che a breve procederò a svezzare mio figlio. Con l’oscar e’ possibile? Quali omogeneizzati si possono fare? Ma le ricette sono comprese nella confezione o è disponibile un ricettario anche in internet? Al momento non ho trovato granché . Grazie !
        Serena

        Rispondi
        1. Jo Pistacchio Autore articolo

          ciao Serena,
          l’estrattore di succo consente le riduzioni in pappa tramite il filtro estrusore, ad esempio passando una mela o una zucchina la riduce in pappa (sminuzzandola finemente o meglio, smaciullandola). Anche io l’ho usato per le pappe ma non omogeneizzati, dove la struttura deve essere resa fine/liscia dal frullatore.
          Le ricette non sono standardizzate per cui ognuno crea succhi e preparati a seconda delle sue esigenze.
          Ad esempio, per il mio svezzamento ho usato sempre base liquida il brodo vegetale in aggiunta a quinoa, miglio, grano saraceno, ecc.
          Jo

          Rispondi
  23. giancarlo

    Salve Jo,
    sono in procinto di acquistare Oscar Neo 1000 ma ho ancora alcune lacune da colmare,
    è vero che i più recenti estrattori a 40 giri hanno reso obsoleti i precedenti modelli a 8o
    giri? A dire il vero io penso sia più una manovra di Marketing , ma potrebbe essere anche la verità,
    cosa ne pensi in merito ?
    Si riesce a fare il tofu , latte di soja e di mandorla ?

    Grazie per l’attenzione
    Saluti.
    Giancarlo Zangheri.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Giancarlo,
      pensi bene, hai compreso perfettamente il punto.
      Un’azienda coreana ha rilanciato questo “thread” sul numero dei giri motore (rpm) ma non c’è nessuno studio scientifico che ne comprovi la veridicità.
      In realtà, nel processo di estrazione il numero di giri della macchina variano a seconda dell’attrito (sforzo) richiesto dalla coclea per “spremere” l’alimento sulla parete del filtro all’interno del tamburo o vasca di estrazione; per taluni alimenti duri, tipo radici od il cocco, la macchina seppur a 72giri/minuto rallenta notevolmente.
      Gli estrattori orizzontali sono più versatili e consentono l’estrazione di latte vegetale: in pratica, si aggiunge acqua con l’alimento per estrarne i principi nutritivi essenziali privandoli della fibra (lo scarto, detto okara per la soia).
      Con l’Oscar DA-1000 ho ottenuto latte vegetale da: mandorle, nocciole, lupini, avena.
      Per fare il tofu devi “cagliare” il latte vegetale (soia) ottenuto, ti serve un coagulatore.
      Anche con il latte di mandorla, ho letto che si può ricavare una sorta di “ricotta” con un procedimento simile.
      Jo

      Rispondi
      1. giancarlo

        Grazie Jo per la rapidissima risposta ai miei quesiti,
        penso che ,senza ulteriori indugi, acquisterò Oscar Neo1000.
        Mi sapresti suggerire dove trovare le ricette per i vari latti vegetali
        e per fare tofu e tempè ?
        Grazie di nuovo e a prestissimo.
        Giancarlo.

        Rispondi
  24. Fabio

    Ciao,
    complimenti per il sito!
    Un a domanda sul confronto tra il DA1000 e l’OMEGA 8600: quest’ultimo non è più facile (automatico) da usare visto che non ha la regolazione di pressione come il DA1000? Praticamente con l’OMEGA 8600 non devo fare nulla introducendo una carota (liv. 1 per il DA1000) o un arancia (livello 4 per il DA1000).

    Grazie!

    Fabio

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Fabio,
      grazie.
      L’Omega 8600 è una macchina di vecchia generazione, l’Oscar DA-1000 è l’ultimo modello.
      L’Omega ha il modello EUJ-707 che è senza regolatore di pressione, quindi a due fasi.
      Per quanto riguarda l’uso del regolatore di pressione è l’inverso rispetto a ciò che hai indicato (va da 0 a 5); per alimenti molli 1-2, per alimenti coriacei 4-5.
      Ad esempio: l’arancia a 3, la carota a 4, la mela a 2 (dipende), il pomodoro a 2, l’uva a 3, ecc.
      Jo

      Rispondi
  25. Luca

    Ciao Jo,
    complimenti per il sito! Ho trovato tantissime informazioni utili.
    Vorrei comprare un estrattore per sostituire una vecchia centrifuga che ho smesso di utilizzare per il tempo necessario per pulirla.
    Stavo per acquistare il modello da te recensito Oscar DA1000, poi ho visto il gemello Hurom DA-1000.
    Dato che a me sembrano identici e la differenza di costo è irrisoria potresti dirmi se ci sono sostanziali differenze che possano orientare l’acquisto di uno anzichè dell’altro?
    Grazie!
    Luca

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Luca,
      non esiste l’Hurom DA-1000 ma è solo un’altra invenzione di venditori/ciarlatani italiani.
      E’ molto grave perché per avvalorare false notizie vengano anche manomesse anche le immagini.
      L’Oscar è fabbricato/prodotto dal gruppo Hurom e la nuova linea orizzontale, quella vera, ha tutt’altro design.
      Jo

      Rispondi
      1. Luca

        Ciao Jo,
        io mi riferivo a quello visto su slowjuice.
        Pensavo che fossero due prodotti realizzati dalla stessa casa e marcati in modo differente.
        In effetti mi sono accorto navigando sul sito della Hurom che non esiste nessun prodotto chiamato Hurom DA1000 ma i modelli orizontali sono l’Hurom GE e l’Hurom GF che in italia neanche sono riuscito a trovare in vendita.
        Rimango basito di fronte a questi piazzisti da strapazzo.
        Grazie delle info. Mi accingo quindi ad ordinare l’Oscar. Spero potrai darmi ulteriori info e consigli per usarlo al meglio!
        Saluti.

        Rispondi
  26. Gianluca

    Ciao,
    Innanzitutto complimenti per il sito e le informazioni utili che da questo ho appreso. Non ho ancora deciso che modello comprare ma non ho fretta 😉
    Ti vorrei fare una domanda: hai scritto che i succhi si conservano fino 48 ore dopo l’estrazione, dove hai recuperato tale imformazione? Quali sono le modalitá migliori di comservazione?
    Grazie.
    Gianluca.

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Gianluca,
      bevuto subito il succo ritrovi tutti i nutrienti.
      Puoi conservare i succhi, come per le spremute, fino a 48h. In questo lasso di tempo non ci sono rischi alimentari però, le caratteristiche organolettiche iniziano a decadere dopo poco dipende dalla tipologia di alimenti estratti.
      I succhi ricchi di zuccheri devono essere subito posti a bassa temperatura (min. frigo) altrimenti inizia la fermentazione batterica.
      Ad esempio al succo integrale di uva bastano poche ore per cambiare gusto, anche colore pur se tenuto al buio.
      I succhi si ossidano all’aria e fermentano col passare delle ore, chi più, chi meno.
      Per la conservazione a casa: in frigorifero preferibilmente in contenitore chiuso.
      Per il mantenimento nomadico: il thermos.
      Jo

      Rispondi
  27. giuseppe

    Salve, ero propenso all acquisto di hurom hu500, ma ora sono + propenso ad oscar neo… Ho però dei dubbi: ho letto che sarebbe meglio l estrattore verticale per i latte vegetali, è vero? Rispetto ad Omega sana, svantaggi? È soprattutto, quali parti non sono Bpa Free?

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Giuseppe,
      per i latti vegetali estrattore orizzontale o verticale ma col tappino all’uscita.
      Ti risponderò in privato alle altre domande perché sono più articolate e da argomentare in dettaglio.
      Jo

      Rispondi
  28. francesco

    ciao ho scoperto il tuo sito perchè devo comprare un estrattore e ho visto che hai scelto oscar neo, io lo utilizzerei principalmente per frutta e carote,me lo consigli o è meglio un Hurom a 40 giri?grazie di esistere ciao

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Francesco,
      come rapporto qualità/prezzo non è secondo a nessuno.
      Il numero di giri/minuto è un parametro da non tenere in considerazione, ci sono un paio di siti italiani che ne scrivono ma è solo pubblicità ingannevole.
      Jo

      Rispondi
  29. sandra

    Salve 🙂
    complimenti per il bellissimo sito.
    io ho acquistato da una settimana l’estrattore Vitaleo, abito in svizzera e sinceramente mi sembra uguale all’Oscarneo 😀
    volevo chiedere un po di info perché mi sa che forse non ho ben capito come funziona.
    Quando faccio il succo di carote e barbabietola per esempio non ho nessun problema, inizialmente mettevo su 5 ma poi ho letto sul tuo sito che andrebbe messo su 1. quindi avrei bisogno un chiarimento sulla funzione dei numeri per favore.
    Ho però iniziato a notare i primi “Problemini” con frutta come kiwi, ananas…è come se si bloccasse tutto il succo nella parte centrale e ci mette molto a scendere, se non è chiaro farò un video. Inoltre quando lo apro per pulirlo è spesso pieno il tubino nero e anche con un po di polpa nel pezzo trasparente. non so se sbaglio qualcosa o se è difettato.
    Inoltre volevo chiedere se l’ultimo pezzo grigio che si attacca alla parte numerata, è rimovibile o no?

    con il pezzo non filtrato per i succhi, che cosa si può fare?
    ridurre i semi oleosi, datteri e frutta secca dolce?

    il latte con quale dei due pezzi lo devo fare? (quello con i buchi o senza)

    Spero di essere stata chiara e che mi possa aiutare!

    Sandra

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Sandra,
      si è la stessa macchina con la targhetta cambiata 🙂
      Il regolatore di pressione va da 0 a 5 e questa è la regola da seguire:
      – per gli alimenti coriacei (radici, tuberi, ecc.) puoi portare a 4/5
      – per gli alimenti molli (pesche, pomodori, ecc.) puoi portare a 1
      Le posizioni intermedie sono da considera in base al molle/duro dell’alimento.
      Il regolatore di pressione è costituito dal raccordo grigio, la guarnizione (O ring), il beccuccio trasparente e la ghiera numerica.
      Il filtro estrusore (senza griglia forata) puoi ridurre in pasta la frutta secca o i semi oleaginosi, filare la pasta lunga od i grissini, fare pappe di frutta fresca, creme/sorbetti di frutta congelata.
      Per i latti vegetali dovrai usare il filtro (con la griglia forata) per i succhi.
      Jo

      Rispondi
  30. Gianluca

    Ciao Jo,
    ma cambia qualcosa tra l’oscar neo da 1000 e l’oscar da 1000? Sembrano identici…
    Ho visto però che l’etichetta sulle macchine è diversa…nel primo è scritto “Neo” nel secondo invece “Oscar”.
    Grazie

    Gianluca

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Gianluca,
      è proprio la stessa macchina, ci sono anche altri nomi in giro per l’Europa (anche in Svizzera porta un altro nome).
      E’ un problema di esclusive di un altro continente causate dagli accordi ODM dell’azienda produttrice.
      Scegli il venditore in base all’assistenza… 😉
      Jo

      Rispondi
  31. Daniela

    Ciao Jo, prima di tutto grazie mille per tutte le informazioni chiare sugli estrattori, il tuo é il sito più completo 🙂
    Sono decisa all’acquisto dell’Oscar Neo. Ho visto che nel tuo shop risulta disponibile ma poi, selezionando il colore, non risultano in magazzino. Saranno riassortiti?
    Info e domande tecniche: in altri siti la garanzia é di 20 anni sul motore e 10 sulle componenti, come mai il tuo ha solo 2 anni di garanzia? Viene poi citato in varie schede on-line un accessorio opzionale per tritare anche il ghiaccio, ma dove si acquista questo accessorio? Non lo trovo da nessuna parte…. Senza questo accessorio é possibile lo stesso fare i gelati? Infine: a mio marito interessa particolarmente sapere se fa anche la passata di pomodoro (nel senso: senza sbucciare il pomodoro, posso fare un sugo “polposo”, tipo quello ottenuto con il passapomodoro a mano, o ottengo solo il succo filtrato)?
    Grazie mille ancora
    Ciao Daniela

    Rispondi
    1. Jo Pistacchio Autore articolo

      ciao Daniela,
      l’Oscar DA-1000 è end-of-sale dovrebbe averlo ancora qualche rivenditore come fondo di magazzino.
      La garanzia/assistenza fornita dalla società che gestisce lo shop è quella europea di 2 anni, poi online si può scrivere tutto però tra 20 sfido chiunque a trovare un ricambio o garantire un accessorio in plastica che si è “crepato” per l’uso.
      Cerco di fornire informazioni veritiere e non illusioni 😉
      L’estrattore orizzontale, col filtro senza fori, consente l’estrusione della frutta congelata ottenendo una crema fredda che addizionata con un dolcificante liquido risulta al palato liscia, quasi perfetta.
      L’accessorio che indichi è di un altro modello e non serve a nulla, tranne per il ghiaccio.
      L’estrattore orizzontale consente di processare i pomodori ed ottenere un succo, questo sarà più o meno acquoso a seconda del tipo di pomodoro (anche la stagionalità è una variabile): dal pomodoro olandese invernale (scialbo) otterrai un succo più limpido (acquoso), dal perino estivo una passata di pomodoro.
      I semini +/- grandi potrebbero occludere la fessura di uscita degli scarti, il regolatore di pressione andrebbe posizionato sempre a 0-1, non di più.
      Ti consiglio di prendere l’Omega EUJ-707 che è ancora a listino (in produzione).
      Jo

      Rispondi
  32. Marco

    Ciao Jo,
    Volevo acquistare l’Oscar DA-1000, ma ho appena appreso che è fuori produzione, l’Omega EUJ-707, è comunque un prodotto valido o se trovo un fondo di magazzino è preferibile l’Oscar?
    in più vorrei sapere se il numero di giri (70) compromette le qualità organolettiche dei succhi, visto che ora la tendenza dei nuovi apparecchi è quella di scendere a 40 giri.

    Ciao Grazie
    Marco

    Rispondi
  33. Sara

    Ciao Jo,
    Anche io vorrei comprare l’Oscar Neo DA-1000 e … Volevo chiederti però se il Vitaleo e l’Oscar sono la stessa cosa perché qui in Svizzera trovo solo il Vitaleo nei negozi…
    Grazie mille per il tuo avviso! 🙂
    Sara

    Rispondi
      1. Sara

        Ciao Jo,
        Ups, non avevo visto che più sopra ti si era già fatta la stessa domanda!
        Comunque grazie per il chiarimento! 🙂 Qui in Svizzera il Vitaleo si trova a 380 Euro, quindi 80 Euro in più. pero’ il rivenditore (fisico) é conosciuto per l’ottima assistenza clienti in caso di problemi con la macchina .Sul sito web della *************** c’é scritto che la garanzia é di 20 anni sul motore e di 10 anni sulle componenti, però non so se poi risulta complicato per farsi cambiare le parti in caso di difetti o guasti…Tu cosa consigli?

        Grazie ancora per il tuo prezioso avviso!
        Sara

        Rispondi
      2. Michela

        Ciao Jo,
        hai potuto provare l’Oscar DA-1200? Che differenze ci sono con il modello DA-1000? Quale consiglieresti?
        Grazie.
        Michela.

        Rispondi
          1. Dania Di Santo

            Ciao Jo, so che e’gia’ stata una domanda frequente,pero’ per ricapitolare tra oscar da 1000 e oscar da1200, a parte la migliore efficienza ed il materiale in cui sono fatti, a livello di funzioni c’e’ differenza?

  34. laura

    Ciao jo. Vorrei un estrattore ma non so scegliere quale.
    i succhi verdi se spessi e polposi non riesco a buttarli giu. Odio i “pezzettini” che a volte trovo nel succo della mia centrifuga.
    a breve sarò mamma e non guasterebbe poter fare in futuro qualche pappa.
    potresti indicarmi cosa mi consigli in base alle mie esigenze?
    Ovviamente il prezzo è molto importante. .
    grazie Jo sei unico. Laura

    Rispondi
  35. Marco

    Io ho acquistato un anno e mezzo fa l’Oscar Neo DA-1000 dalla vitality4life.eu su Ebay (quindi ancora in garanzia). E’ da una settimana che ho contattato vitality4life.it per segnalare il guasto del motore, ma non ho avuto nessuna risposta. Tre giorni fa ho anche contattato il venditore ebay dal quale l’ho acquistato, ma per adesso ancora nessuna risposta anche da loro.

    Quando devono vendere ti rispondono in due secondi, per l’assistenza ne sono passati 7 senza che si siano degnati di una risposta.
    Centri assistenza fisici sembra non ce ne siano e su vitality4life.it ce solo un form online senza email o numero di telefono.
    E’ bello scrivere garanzia di 10 anni sul motore e poi non farsi sentire.
    SCONSIGLIO VIVAMENTE L’ACQUISTO su vitality4life!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *