Sorbetto di pere william


Sorbetto di pere william comprate all’Esselunga, già mature (insolitamente vero) perchè ho avuto la fortuna di trovare l’addetto che stava riassortendo il banco.
Ho anche ricomprato l’ananas.

Questa strana voglia mi è venuta dopo aver assaggiato un sorbetto di pera alla gelateria Vasavasa di Milano.

La pera è ricca di zuccheri semplici, specialmente fruttosio. La prevalenza di potassio la rende adatta ad una dieta iposodica.
La pera risulta è disponibile per gran parte dell’anno e si consuma al naturale o cotta in sciroppo di zucchero.
La pera william è la varietà più coltivata viene utilizzata molto nell’industria alimentare per la produzione di succhi di frutta.

La parte critica è non far “annerire” il frullato di pera, quindi c’è bisogno di un lime intero a cui avrete tolto la buccia e la pellicina esterna; lo sciroppo va preparato prima di fare il frullato.

Ingredienti
540 gr. di pere william
330 gr. di acqua
175 gr. di zucchero
40 gr. di glucosio
2 gr. di carragenina
un lime intero

Preparazione
La miscela deve essere predisposta la sera prima di mantecare il gelato.
Per prima cosa prepara lo sciroppo di zucchero ma, prima, preleva 40 grammi di zucchero e mescolaci la carragenina.
In un pentolino versa l’acqua ed aggiungi lo zucchero (sono rimasti 135 grammi) ed il glucosio poi lascia raffreddare a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo di raffreddamento pulisci le pere william eliminando le zone macchiate scure dalla superficie delle medesime, tagliale a tocchetti e ponile nel frullatore con il lime pulito; aggiungi lo sciroppo a temperatura ambiente preparato poco prima e frulla molto bene.
In un pentolino versa qualche cucchiaio di miscela alla pera william e scioglici lo zucchero prelavato all’inizio (40 grammi) con la carragenina; aggiungi anche questo al resto della miscela e frulla.
Se possiedi il frullatore Blendtec seleziona “beverages” e fai prima due cicli con “XL smoothie” e quando aggiungi la carragenina disciolta il terzo ciclo.
Prendi ora il solito contenitore alto di plastica alimentare e versa tutto dentro, mescola bene e poni in frigorifero tutta la notte o almeno 4-5 ore.

...al mattino successivo

...in gelatiera

Versa nella gelatiera la miscela, il sorbetto di pere william sarà pronto in circa 30-40 minuti.

Come puoi vedere il colore finale (nella foto in testa) è diverso da quello in questa foto.
La mia gelatiera mi consente di mantecare nuovamente dopo una decina di minuti, così da rendere la consistenza (texture) più spatolabile…

Sorbetto di pere william ultima modifica: 2012-03-16T07:10:33+00:00 da Jo Pistacchio

Un pensiero su “Sorbetto di pere william

  1. mgug

    Caro Jo
    Sabato ho trovate delle pere biologiche che non ricordo più come venissero chiamate ma che a vederle sembravano proprio le williams.
    Sembravano al perfetto punto di maturazione e lho subito acquistate pensando a questo sorbetto.
    La sera l’ho subito preparato (le pere all’assaggio erano proprio squisite) e la domenica ho fatto il sorbetto.

    STR-PI-TO-SO

    Mia figlia, alla seconda coppetta di fila, ha commentato
    ‘Penso che piangerò quando sarà finit’

    Ho seguito la ricetta puntualmente con la sola licenza di sostituire la carragenina (che non avevo) con farina di semi di carrube.

    Visto che in questo periodo raccolgo delle ottime more, hai qualche ricetta in merito ?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *