Stringhette e vongole impantanate

Stringhette-e-vongole-impantanate
Questo è il mio primo articolo, ne seguirà un secondo, per il contest “Un Mare di Marche organizzato dall’Associazione Italiana Food Blogger in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale CEA “Ambiente e Mare” Regione Marche, dall’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo Sostenibile e dall’Istituto di Istruzione Superiore “Celso Ulpiani” di Ascoli Piceno e lo Slow Food Piceno.
L’obiettivo principale è promuovere una pesca sostenibile valorizzando le eccellenze gastronomiche delle “aree del cratere” colpite dal sisma nel 2016.

Prodotti utilizzati, sponsorizzati:
lenticchie dei Monti Sibillini, Azienda Agricola Lorenzo
cipolla Piatta Rossa di Pedaso, rASOterra
pasta stringhette, Regina dei Sibillini
Olio Extra vergine di Oliva Monocultivar Ascolana Tenera bio, Cartofaro

Si tratta di un primo piatto piatto molto semplice, rivisitato, in cui sono necessarie alcune piccole precauzioni per la mantecatura della pasta e per la realizzazione della crema di lenticchie (il pantano).

Stringhette e vongole impantanate

51

Tempo di preparazione: 1 hour

Tempo di cottura: 48 minutes

Tempo totale: 1 hour, 48 minutes

Ingredienti

Ingredienti (per 2 persone):
200 g stringhette artigianali
500 g di vongole (dei mercati ittici marchigiani)
500 g lenticchie dei Sibillini
1 cipolla Piatta Rossa di Pedaso (50 g circa)
olio extravergine di oliva bio (q.b.)
aglio, coriandolo e sale quanto basta (q.b.)
Decorazione: ciuffo di coriandolo e vongole con valve aperte

Preparazione

In una pentola alta soffriggere la cipolla tagliata a dadini in olio extravergine a fiamma minima, lavare le lenticchie ed aggiungerle e ricoprile con acqua (q.b.), cuocere a fiamma media (q.b.).
Appena sono cotte, versare in un frullatore a bicchiere riducendole in crema; aggiungere olio extravergine per migliorarne l’emulsione ed aggiungere acqua e ciuffi di coriandolo (q.b.) per avere una leggera crema, spatolabile e profumata.
In una pentola alta far bollire l’acqua, aggiungere le stringhette e cuocerle per 8-10 minuti (non al dente), scolarle e tenere l’acqua di risulta.
Sciacquare le vongole e versarle in un tegame coperto, a fiamma bassa, per farle aprire; separare le vongole e tenere da parte alcune con le valve.
In una padella di alluminio, versare abbondante olio extravergine e soffriggere l’aglio; aggiungere poi, qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
Aggiungere le vongole e versare la pasta, quindi mantecare con cura ma delicatamente, aggiungendo ancora acqua di cottura (q.b.).
In una fondina, versare la crema di lenticchie, aggiungere le stringhette con le vongole, decorare con le vongole aperte ed un ciuffo di coriandolo.

Stringhette e vongole impantanate ultima modifica: 2017-10-12T15:00:55+00:00 da Jo Pistacchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *