Sformatini di patate, totani ed olive: dalla terra al mare

Questa preparazione è dedicata al contest “Un Mare di Marche organizzato dall’Associazione Italiana Food Blogger in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale CEA “Ambiente e Mare” Regione Marche, dall’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo Sostenibile e dall’Istituto di Istruzione Superiore “Celso Ulpiani” di Ascoli Piceno e lo Slow Food Piceno. L’obiettivo è promuovere una pesca sostenibile e nondimeno valorizzare le eccellenze gastronomiche prodotte nelle “aree del cratere” del sisma che ha colpito la regione nel 2016.

Prodotti utilizzati, sponsorizzati:
Patasibilla dei monti Sibillini
Olio Extra vergine di Oliva Monocultivar Ascolana Tenera bio, Cartofaro
Tartufo nero Scorzone Invernale, Angelozzi Tartuficoltura
Paté a base di Oliva Tenera Ascolana bio, Oleificio Silvestri Rosina

Sformati-patate-totani-olive
post sponsorizzato

Per questa occasione ho pensato di realizzare un antipasto sfizioso, prevedendo anche un impiattamento ironico.
Questa preparazione è inoltre, utilizzando un abbattitore, facile da preparare surgelata pronta in sacchetto per una cena improvvisa.

Ingredienti (per 2 persone)

300 g patate “Patasibilla” dei monti Sibillini
200 g totani (dei mercati ittici marchigiani)
4 cucchiani colmi di Paté a base di Oliva Tenera Ascolana bio
spolverata di Tartufo dei Monti Sibillini
olio extravergine di oliva bio Cartofaro
sale q.b.
aneto

Decorazione: tentacoli e aneto

Preparazione

Lessare, moderatamente le patate in acqua già bollente quindi, appena tiepide, pelarle e schiacciarle con la
forchetta, condire con olio e sale (q.b.).
Pulire bene i totani, senza utilizzare i tentacoli tagliare irregolarmente (striscioline), condirli e saltarli in
padella insieme ai tentacoli interi.
Pulire bene la forma di silicone, oliare l’interno quindi riempire a metà, stendere il cucchiaino di patè di
olive, aggiungere i totani tagliati.
In forno statico già caldo a 180°C cuocere in forma, sfornare ed aspettare che si raffreddi, togliere dalla
forma con attenzione.
In un piatto bianco tondo posizionare due ciuffetti di aneto, adagiando i cubotti sformati, inserire la
decorazione dei tentacoli ed il tartufo.

Sformati-patate-totani-olive

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: