Coppa del Mondo della Gelateria 2018: la prova dell’entrée con gelato gastronomico

Coppa del Mondo della Gelateria
Ieri alla Coppa del Mondo della Gelateria 2018, nella hall sud del SIGEP a Rimini, si è svolta la prova dell’entrée con gelato gastronomico.

La giuria della stampa internazionale era composta da:
– Stefan Elfenbein, presidente della “Jury Berliner Meisterköche”, la giuria degli chef più importanti di Berlino;
– Danielle Mitzman, giornalista radiofonica per BBC Radio e BBC Online Magazine specializzata nel campo della gastronomia e in particolare del gelato;
– Alia Akkam, giornalista e scrittrice newyorkese, che scrive a Budapest di “food & beverage” per note testate internazionali;
– Sayaka Miyamoto, giornalista gastronomica, che scrive a Torino per riviste e giornali giapponesi;
– Emanuela Balestrino, giornalista di Pasticceria Internazionale;
– Mary Cacciola e Andrea Lucatello, giornalisti di Radio Capital;
– Andrea Soban, gelatiere, redattore di Dissapore;
– Renato Romano (aka Jo Pistacchio).
In giuria anche Dylan Ooi, gelato Chef della singapore pastry Alliance, in rappresentanza della Asian Gelato Cup che si terrà per la prima volta nella storia alla fiera Food Hotel Asia (FHA) a Singapore 24 al 27 Aprile 2018 e costituirà la selezione ufficiale della Coppa del Mondo della Gelateria 2020.

La prova che, apparentemente, sembra semplice è invece molto complessa in quanto il gelato fa parte di una vera e propria composizione!
In pratica il gelatiere della squadra deve preparare un gelato gastronomico che si abbini a tre finger food; infatti, il gelato gastronomico andrebbe sempre a completamento di un vero e proprio piatto di portata (non certo sul cono!).
L’entrée con gelato gastronomico è giudicata in base ad alcune caratteristiche:
– gusto del gelato
– tessitura (texture)
– sensazione di freddo
– estetica del piatto
– combinazioni di sapori
– creatività
– rilevanza rispetto al tema scelto (per la competizione generale)
Ecco gli undici piatti presentati, in ordine di uscita.

Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Francia
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomicoll'entrée con gelato gastronomico
USA
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Australia
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Spagna
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Giappone
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Svizzera
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Argentina
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Ucraina
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Marocco
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Polonia
Coppa del Mondo della Gelateria la prova dell'entrée con gelato gastronomico
Brasile

La giuria ha avuto non poco da fare (assaggiare), per interpretare i piatti, il modo di consumarli e di assegnare il giusto voto.
La maggior parte sono stati piatti davvero complessi, particolari, originali taluni fantastici altri davvero scarsi ma è pur sempre una competizione mondiale dove alcune squadre (nazioni) sono molto più avanti rispetto ad altre.
Per la mia personale classifica, tra i migliori:
– Australia
– Giappone
– Polonia
– USA
Tra i peggiori
– Argentina
– Brasile
– Spagna
– Ucraina
Delusione Francia, sempre pompati, con un piatto davvero deludente anche se l’impronta francese era ben riconoscibile ben oltre il tema.
USA, tema originale anche se non per tutti con un piatto davvero riuscito.
Australia, tema pop ma con classe anche nei più piccoli particolari (sfuggiti ai team più blasonati).
Spagna, l’illusione di sentirsi bravi.
Giappone, pulito forse il migliore gusto di gelato.
Svizzera con un piatto praticamente “italiano”, tralascio il tema (senza fantasia proprio).
Argentina, ti aspetti qualcosa di caliente come il tango invece solo formaggio colorato (ringrazi l’Ucraina).
Ucraina, imbarazzante anche nei colori (tono su tono); il peggior gusto di gelato.
Marocco, dopo tanti anni ancora arranca.
Polonia, una gradita sorpresa anche se il piatto non era ben comprensibile (come si consumasse un pezzo).
Brasile, qualcuno mi spieghi (grazie) il gusto di gelato di “aglio” sparito (la patata cruda proprio no).

Intanto, anche tu partecipa nei commenti scegliendo il piatto più bello, migliore per estetica ed indovina il mio! 😉

Ieri le squadre hanno terminato la scultura in ghiaccio e lo zoccolo in ghiaccio invece, nella prima giornata di gara le squadre si sono cimentate nella lavorazione e nella realizzazione della vaschetta decorata al cioccolato e della torta gelato.
Oggi, invece, ci sarà la prova di abilità della “mistery box” in cui le squadrea dovranno realizzare un gusto di gelato (e spiegarne la ricetta/composizione), utilizzando ingredienti segreti sorteggiati e comunicati solo al momento dell’inizio della prova, da presentare su un cono artigianale. Inoltre, come ulteriore difficoltà, al gelato si potranno abbinare alcuni prodotti freschi, vegetali, erbe aromatiche, spezie ecc. (da scegliere in una gamma limitata).
Inoltre, dovrà essere preparato un altro cono con un gusto di frutta con un abbinamento obbligatorio di una spezia o erba aromatica o vegetale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: