Gelato cassata, a modo mio


Gelato cassata a modo mio perchè la base è la ricotta come lo scorso post.

Questa sera ho la solita cena settimanale, di lunedì…è un’anomalia perchè preferisco in settimana così da ridurre lo stress da lavoro ma comunque mi inventerò qualcosa.
Ci sarà anche la figlia di dieci anni della coppia ospite per cui ho ideato questa nuova miscela ricca di profumi ed intrigante visivamente…
Il gelato questa volta lo servirò porzionato, a forma semisferica (altro gadget in silicone comprato ieri alla festa del quartiere).

Ingredienti
300 gr. di ricotta di capra
400 gr. di latte di capra
130 gr. di panna liquida
140 gr. di zucchero
28 gr. di latte magro in polvere
15 gr. di glucosio
5 gr. di alginato di sodio
30 gr. di gocce di cioccolato
20 gr. di canditi (scorza d’arancia)
30 gr. di mandorle pralinate
un grammo di semi di cardamomo pestati (sono circa una ventina di semini)
3/4 gocce di fiori d’arancia
zeste di limone e arancia (giusto una spolverata)

La miscela è circa 1kg, gli ingredienti della variegatura sono approssimativi cioè puoi aggiungerne anche quantitativi diversi.
Fai attenzione solo ai profumi, le dosi sono quelle non esagerare.

Preparazione miscela
In un recipiente alto di plastica versa gli ingredienti solidi: zucchero, latte in polvere ed alginato di sodio.
In un pentolino versa il latte e la panna liquida, poni sul fornello a fiamma media e mescola di tanto in tanto, appena la miscela sarà tiepida aggiungi il glucosio.

Ora prendi il bicchiere del frullatore e versaci la miscela, fai andare per qualche minuto e quando la miscela aumenta di volume aggiungi gli ingredienti soldi; aggiungi infine, la ricotta e frulla per altri 5 minuti.
Versa la miscela di ricotta nel contenitore alto e ponilo in congelatore per 4/8 ore.

Nel frattempo prepara le mandorle pralinate che una volta raffreddate andranno pestate, trovi la ricetta qui.
Appena fredde le mandorle andranno schiacciate: prendi un coltello da cucina (tipo chef), poggia il piatto della lama sulla mandorla ed assesta un bel colpo secco!
Le mandorle le devi schiacciare una ad una…
Attenzione, schegge di mandorle saranno ovunque…in cucina…
🙂

Ore 15:00, ho dimenticato di aggiungere il latte magro in polvere ma oramai è troppo tardi!
La miscela è nella gelatiera.
:-0
Ma non è finita qui, i pistacchi? …bruciati…

Questa sera il gelato lo presento in formato semisfera, pertanto andrà preparato qualche ora prima così da indurirsi bene nel congelatore.
Quando la miscela sarà quasi pronta aggiungi: le gocce di cioccolato, i canditi, le mandorle in pezzi.
Fai andare per qualche minuto quando queste spariranno sotto una coltre di gelato quindi, aggiungi lo zeste di limone ed arancia, le 3/4 gocce di fiori di arancia e il cardamomo tritato.
Questo è il particolare

Gelato cassata, a modo mio ultima modifica: 2011-10-03T01:00:51+00:00 da Jo Pistacchio

4 pensieri su “Gelato cassata, a modo mio

  1. giovanni

    ciao jo,
    mi hanno regalato della ricotta di bufala , ho visto nelle tue ricette se potevo fare qualcosa un buon gelato ma non ho trovato nulla. potresti consigliarmi qualcosa? grazie.
    GIovanni

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *